La Grande Casa

Siate i benvenuti.
Qui si può ascoltare il sussurrio delle mura e scaldarsi con la storia che esse custodiscono.
Saremo felici di accogliervi!Christel

Non è difficile innamorarsi di questo mondo vero, della sua natura rude e dolce, lasciarsi cullare dalla tranquillità onnipresente. Nell’estate del 1994 approdai a Navelli per provare il fremito del parapendio. Una sera, gironzolando per le strette viuzze, fui incuriosita dall’austera facciata di una grande casa malconcia, avvolta in una fierezza prorompente. Fu un colpo di fulmine. Vidi molto spazio e già immaginai il trambusto confortante di tanti amici futuri. Nasceva cosi un abbozzo del mio ambizioso progetto.
Con entusiasmo, coraggio e un pizzico di pazzia iniziai i lavori di recupero e restauro. Nel pieno rispetto della sua originalità e con profondo amore per la maestria trovata, ho ridato vita a questo meraviglioso gioco architettonico.

A 760 metri s.l.m. abbracciato al colle di San Nicola, Navelli si affaccia sull’omonimo altopiano. Le antiche pietre scolpite e sovrapposte sapientemente dai suoi avi, vestono di ocra dorato le case. Da secoli affronta, serena e sicura di se, il passare delle stagioni. Protetta, nell’abbraccio dei monti circostanti sembra vivere ancora un’altra epoca. Incredibilmente distante dalla frenesia che detta i ritmi della vita di tutti i giorni, Navelli ha la capacità di riportarci in una realtà spesso dimenticata, dove sono la natura, le stagioni e le usanze tramandate da generazioni a scandire i tempi in un’armonia genuina e rilassante.
L’autenticità è la chiave di volta di questo umile e “ricco” paesino dell’entroterra abruzzese, un tesoro da custodire ed amare, con grande rispetto per quel che fu.

Tanta bellezza andava condivisa e così aprii le porte…

Perché la scelta del nome “Sotto le Volte”?

Tutte le stanze di questa casa, grandi o piccole, dalla sala al sottoscala, cantina o cucina, tutte hanno come soffitta una volta. Vivendo la casa abitandoci mi resi conto, sempre più, del capolavoro ingegneristico e architettonico che possiedo! Cercando un nome per la mia attività, con il suggerimento fantasioso di mia figlia, fu cosa naturale chiamarla “Sotto le Volte”.

Servizi

  • Connector.

    Piatti genuini abruzzesi

    Per allietare le vostre vacanze e farvi scoprire i sapori e le ricette tipiche della nostra terra. Su richiesta vi preparo la cena con i migliori prodotti locali. A colazione potete informarvi sul menu della sera e prenotare la vostra cena. Per chi preferisce mangiare fuori potrò preparare un ottimo pranzo al sacco da consumare durante le escursioni oppure suggerirvi ottimi ristoranti del circondario

  • Connector.

    Wi-Fi

    Connessione internet Wi-Fi gratuita in tutta la struttura

  • Connector.

    Garage per moto e bici

    Spazio per deporre attrezzatura sportiva ingombrante tipo parapendio

  • Connector.

    Climatizzazione naturale

    Le spesse mura ci proteggono dal freddo e dal caldo

  • Connector.

    Scarico/carico bagagli davanti casa

    Spazio davanti la struttura per comodo carico e scarico bagagli

  • Connector.

    I vostri amici a quattro zampe sono i benvenuti

    Vi prego soltanto di avvisarmi prima dell’arrivo in modo da preparare la migliore accoglienza per voi e per i vostri amici a quattro zampe

  • Connector.

    Struttura ecologica   

    Usiamo pannelli solari ed eco-bruciatore per scaldare acqua sanitaria e casa

Spazi comuni

Salone

Dal cortile si accede al soggiorno. In questa stanza un tempo si depositavano le patate, essendo buia e fresca era perfetta per la loro conservazione.
Qui viene servita oggi la colazione.

Soggiorno

Ampio salone con veduta sulla Piana di Navelli, dove poter leggere, ascoltare la musica, accedere a internet e divertirsi con vari giochi di società.

Cortile interno

Nel Cortile, oggi coperto con vetro, un tempo si scaldava il mosto per dare un aiutino alla sua fermentazione. Il bollitore del mosto è stato recuperato ed adibito ad altro uso, ovvero come parte del barbecue.
Se lo gradite potete fare colazione anche qui.

La cucina

Qui venivano conservate le provviste. L’olio spremuto a freddo nei frantoi del paese si manteneva nelle “pile”, recipienti scolpiti in blocchi di pietra calcarea locale.
Questa cucina, ben attrezzata, è a disposizione dei nostri ospiti.